L’evoluzione della logistica: i primi responsi

  • L’evoluzione della logistica: i primi responsi

    L’evoluzione della logistica: i primi responsi

    Non è, ormai, nuovo parlare di Logistica 4.0, digitalizzazione e, più in generale, dell’evoluzione del settore. L’abbiamo fatto anche noi di Logitec, fornendo spunti di riflessione e approfittandone per rimanere sempre aggiornati e in linea con i progressi dell’ambiente.

    In questo breve articolo, però, il tema centrale sarà legato all’osservare e analizzare le risposte del settore logistico a tutti i grandi cambiamenti in corso sopracitati.

    La premessa è che il perno dell’evoluzione è l’utente: la richiesta posta alle imprese è di ricevere servizi sempre più personalizzati e dipendenti dalle singole esigenze. Da qui hanno inizio i movimenti delle imprese verso il futuro.

    Il primo segnale rilevante riguarda l’inserimento di nuove tecnologie: il tasso è elevatissimo, le innovazioni sono continue e costanti. Si stanno diffondendo tecnologie green – veicoli LNG e carrelli con batterie agli ioni di litio – e sistemi AGV (Automated Guided Vehicles).

    Pur non entrando nell’aspetto prettamente tecnico delle innovazioni, è evidente come dalla teoria si sia passati alla pratica poiché le imprese del settore logistico si stanno attrezzando per seguire – e non inseguire – i mutamenti.

    La ragione del successo, secondo noi, è da imputare alla chiarezza della direzione intrapresa da questa evoluzione. Non si tratta di un rinnovamento casuale o semplicemente connesso ai miglioramenti tecnologici, bensì si fa riferimento a uno sviluppo verso obiettivi ben precisi.

    La logistica tende, infatti, a diventare più green, a ridurre i costi e ottimizzare i tempi. Queste “mission” di settore sono realisticamente perseguibili con la Logistica 4.0 e contestualmente rispondono a ciò che il cliente richiede.

    L’utente è sempre più protagonista e, secondo l’ultimo “Report Contract Logistics”, prodotto dall’Osservatorio Contract Logistics “Gino Marchet”, si constaterà nel metodo di consegna: diverrà “on demand”, cioè sarà il consumatore stesso a controllare tutte le fasi risultando parte attiva del processo.

    I primi responsi, dunque, sono estremamente positivi per la capacità delle imprese di sostenere l’evoluzione del settore e tutto ciò continuerà a migliorare fino a quando, come per noi di Logitec, la massimizzazione della soddisfazione del cliente rimarrà la priorità.

    (Fonte tecnelab.it)

    Condividi...
    Share on Facebook
    Facebook
    Share on LinkedIn
    Linkedin

    Comments are closed.